VALLE PADUSA

Alla scoperta del Delta del Po

da sabato 22 a domenica 23 maggio 2021

IN BREVE

 La valle Padusa fu una vastissima area paludosa che dall’antichità al XVII secolo si estese a nord e a sud del basso corso del Po, chiamato anche Padus in latino. L’estesa area valliva occupava tutto il Delta del Po ed arrivava, a sud, fino ai territori di Ravenna e Cervia ma con il passare dei secoli l’opera di bonifica condotta dall’uomo ha ridotto notevolmente le sue dimensioni e ciò che rimane oggi di questa antica valle sono le Valli di Comacchio e il Delta del Po. Nel profilo indiscutibilmente unico del Delta del Po c’è il territorio creato sia dalla sedimentazione del fiume che dall’opera dell’uomo che nei secoli ne ha regimentato le acque e bonificato i terreni. Nell’area del Delta natura, storia, tradizione, cultura ed arte si intrecciano, offrendo al visitatore un paesaggio inedito e sorprendente. Si distinguono vari ambienti, ognuno con caratteristiche peculiari: la campagna con i paleoalvei, le dune fossili, gli argini, le golene, le valli da pesca, le lagune o sacche e gli scanni.

Ed è in questo magico contesto che trascorreremo un favoloso week end in motocicletta alla scoperta del Delta del Po, luogo poco conosciuto, ma capace di regalare emozioni e vedute uniche. Un itinerario di breve percorrenza adatto a tutte e svolto per la maggior parte su strade secondarie, argini vallivi e ponti di barche. Un circuito che coniuga bellezza natura e storia adatto a motociclisti curiosi e amanti della slow bike.

durata

2 giorni/1 notte

km

240 circa

partenza

Arquà Petrarca (PD)

arrivo

Arquà Petrarca (PD)

media/giorno

120 km

escursioni

Giardino Botanico di Porto Caleri

Programma di viaggio

1° giorno, sabato 22 maggio: Arquà Petrarca – Delta del Po

km 100 circa

Incontro nel piccolo borgo incantato di Arquà Petrarca, delizioso paesino appollaiato sui Colli Euganei. Iniziamo questo week end con un buon caffè e mentre si passeggia per le vie del borgo si familiarizza con i partecipanti. Dopo esserci sgranchiti le gambe prendiamo la strada che ci conduce verso il mare raggiungendo Chioggia dove ci accoglierà un pranzo a base di buon pesce.

Dopo pranzo una visita guidata nell’antica città di mare che vanta ben quasi 300 anni di storia più della famosa madrepatria Venezia. Ci spostiamo verso sud costeggiando il mare e la prossima sosta è subito dopo pochi km in una delle zone paludose più scenografiche del Delta del Po: Porto Caleri e il suo Giardino Botanico che ci accoglierà con i profumi della primavera mentre si lascerà percorrere con una breve passeggiata.

Riprendiamo i nostri mezzi e ci dirigiamo verso la destinazione finale di questa stupenda giornata avendo però già un assaggio di quel che ci aspetta il giorno dopo. Penetriamo quindi nella Valle Moceniga nel miglior momento della giornata nel quale si può visitare: il tramonto. Gruppi di fenicotteri costelleranno gli specchi d’acqua mentre il sole infuocherà la valle. Raggiungiamo, nel cuore del Delta, la location che ci aspetterà per la notte e una lauta cena che concluderà questa spettacolare giornata.

 

2° giorno domenica 23 maggio: Delta del Po – Fratta Polesine – Arquà Petrarca

km 140 circa

Oggi ci addentriamo nel Delta del Po percorrendo le strade arginali che delimitano le svariate valli che lo compongono. Raggiunto Porto Levante proseguiremo nella Valle San Leonardo percorrendola tutta fino ad arrivare al primo ponte di barche che ci farà attraversare il Po di Maistra e ci condurrà a Boccasette. Proseguiamo quindi attraversando il Po di Venezia e lo seguiremo fino a farci condurre nella Sacca degli Scardovari, un’enorme rientranza dell’Adriatico che pullula di allevamenti di ostriche e cozze. Breve sosta per un caffè in uno dei luoghi più famosi della sacca che vanta una posizione imbattibile. Ripartiamo ma sostando ogni qual volta l’occhio vede uno scatto da cogliere procederemo lungo la Sacca fino a raggiungere il Ponte di Barche di Santa Giulia che ci consentirà di attraversare il Po della Donzella.

Raggiungiamo quindi il Museo della Bonifica di Ca’ Vendramin dove potremmo ammirare le potenti idrovore che a inizio del secolo scorso sconvolsero completamente questo territorio trasformandolo da una vasta palude infestata dalla malaria in una sconfinata pianura fertile. Dopo pranzo ripartiamo attraversando le immense distese di terreni coltivati che formano il Basso Polesine fino a raggiungere un capolavoro unico di architettura, Villa Badoer a Fratta Polesine, alla quale dedicheremo una doverosa visita.

Risaliamo in sella per chiudere questo circuito ad anello e dirigerci verso il punto dal quale siamo partiti ieri per salutarci ad Arquà Petrarca.

mancano solo...

Giorno(s)

:

Ore(s)

:

Minuto(i)

:

Second(s)

Il tour verrà confermato al raggiungimento di 10 driver

Quote

  • Pilota Euro 160
  • Passeggero Euro 145
  • Supplemento singola Euro 30
R

La quota comprende

  • 1 pernottamento con colazione
  • 2 pranzi
  • 1 cena
  • Visita guidata Museo della Bonifica
  • Ingresso Villa Badoer
  • Visita guidata a Villa Badoer
  • Accompagnatore in moto
  • Accompagnatore in furgone
  • Furgone di supporto per trasporto bagagli ed eventuale recupero moto in avaria
  • Gadget personalizzati dell’evento
O

La quota non comprende

  • Carburante
  • Pedaggi autostradali
  • Le bevande ai pasti
  • Eventuali spese di parcheggio delle moto
  • Mance e spese personali
  • Tutto quanto non specificato ne “la quota comprende”

Termine iscrizioni entro il 30 aprile 2021