TRANS EUROPA DEL SUD

un tour spettacolare tra i Balcani Orientali e la Mitteleuropa

Da sabato 30 Luglio a domenica 14 Agosto 2022

IN BREVE

Conoscere i Balcani Orientali significa scoprire un pezzo di Europa che troppo spesso si tende a considerare lontano ed estraneo, nonostante la regione sia sempre stata tra le pagine dei nostri libri di storia. Innanzitutto: il termine “Balcani” è rifiutato dai popoli che li abitano. Esso deriva dalla lingua turca e in origine indicava genericamente una catena montuosa mentre nell’odierno immaginario comune si riferisce ad una regione storica situata ai margini sudorientali del continente europeo. Quello che invece pochi sanno è che questa vasta zona d’Europa è ricchissima di cultura, storia, architettura. Il tutto immerso in una natura, che a tratti si può considerare ancora selvaggia, e collegato da strade meravigliose spesso assenti di traffico.
Mitteleuropa è invece un termine tedesco usato per evocare l’ambiente e la tradizione culturale dell’Impero asburgico al suo tramonto. Un territorio che condivide una storia, di opposizione al Sud rappresentato dall’Impero ottomano e ad Est dalla Russia Imperiale, e, almeno fino alla prima guerra mondiale, di distinzione dall’Ovest. In questa zona d’Europa nacquero artisti di fama mondiale, fiorirono culture che influenzarono secoli di storia e che hanno lasciato tracce indelebili del loro passato. Anche qui l’itinerario si svolgerà su strade panoramiche e secondarie, immerse nella natura e contornate da paesaggi mozzafiato.
Insomma un tour unico che riunisce le bellezze nascoste della parte centrale e sud orientale del nostro continente, con tappe di media percorrenza su di un tracciato di facile e adatto a tutti i motociclisti.

durata

16 giorni

km

4.550 circa

partenza

Bologna-Ancona

arrivo

Pordenone

media/giorno

300 km

in evidenza

7 nazioni attraversate

1 giorno di sosta a Budapest

Programma di viaggio

1° giorno, sabato 30 luglio: Bologna – Ancona (traghetto per la Grecia)
km 220 circa
Incontro dei partecipanti alle ore 08:00 nei pressi di Bologna per la costituzione del gruppo e partenza alle ore 09:00 in direzione di Ancona. Arrivo ad Ancona per l’imbarco alle ore 11.30. Partenza prevista per le 13:30, cena e pernottamento a bordo del traghetto.

2° giorno, domenica 31 luglio: Igoumenitsa – Meteore – Salonicco
km 390 circa
In primissima mattinata, dopo essere sbarcati a Igoumenitsa ci dirigiamo verso uno dei siti più belli riconosciuti dall’Unesco, le Meteore: uno scenario unico, circa 60 colonne di roccia enormi alte fino a 300 metri sulla cui sommità si ergono i famosi Monasteri, alcuni ancora abitati dai monaci. Proseguimento per Salonicco, l’antica Tessalonica che conserva ancora le vestigia del suo passato romano bizantino ed ottomano. Cena e pernottamento in hotel

3° giorno, lunedì 1 agosto: Salonicco – Rila National Park
km 340 circa
Lasciamo la Grecia attraversando il Parco Nazionale del Lago di Kerkini e ci dirigiamo verso la Bulgaria. Proseguiamo lungo un percorso tra montagne imponenti con bellissimi scorci aggirando il Parco Nazionale del Pirin per poi addentrarci nel Parco Nazionale di Rila, il più vasto della Bulgaria. Visiteremo il monastero di Rila, il più grande e famoso monastero del paese, con la sua iconostasi completamente dorata e abbellita da ben 36 scene bibliche. Cena e pernottamento all’interno del parco

4° giorno, martedì 2 agosto: Rila National Park – Veliko Tarnavo
km 380 circa
Il viaggio prosegue attraversando l’antica regione della Tracia, tra paesaggi molto pittoreschi, fatti di ruscelli e montagne incontaminate, i Balcani, che ci guidano lungo il percorso su strade secondarie e ricche di curve. Una sosta per la visita delle spettacolari grotte di Saeva Dupka e quindi arriviamo a Veliko Tarnavo con le sue bellissime mura medievali e la sua fortezza millenaria

5° giorno, mercoledì 3 agosto: Veliko Tarnavo – Varna
km 230 circa
Proseguiamo il nostro viaggio attraversando i paesaggi rurali bulgari facendo una sosta presso il Cavaliere di Madara, un’incisione rupestre alto medievale, e presso la foresta pietrificata di Pobitite Kamani. Arriviamo sulle rive del Mar Nero, dove ci concediamo una bellissima passeggiata fino alla Cattedrale della Dormizione della Madre di Dio. Siamo a Varna, città decisamente turistica, ricca di localini. Qui trascorreremo la serata in un ristorante con terrazza sul mare

6° giorno, giovedì 4 agosto: Varna – Craiova
km 440 circa
Le meraviglie della Bulgaria proseguono in questa giornata fino alla Tomba Tracia di Sveshtari, una sepoltura del III secolo a.C. la cui decorazione architettonica è considerata unica. Poi attraverso boschi secolari, montagne, vallate e altipiani fino ad entrare in Romania con un percorso che ci porta a superare il Danubio che ne segna il confine. Arrivo a Craiova, la città che ha dato vita allo stile Brancovenesti, una combinazione di arte tradizionale rumena e bizantina con elementi veneziani.

7° giorno, venerdì 5 agosto: Craiova – Sibiu
km 360 circa
Entriamo nella regione della Transilvania. Una sosta al mirabile Castello dei Corvino, il luogo dove Vlad l’Impalatore (il Principe Valacco che ispirò il personaggio di Dracula) venne tenuto prigioniero da Mattia Corvino per i sette anni successivi alla sua cattura nel 1462. Arriviamo quindi a Sibiu, la “piccola Vienna”, la città divisa in due (la parte alta e la città bassa) ricca di un gran patrimonio architettonico

8° giorno, sabato 6 agosto: Sibiu – Transfagarasan – Brasov
km 300 circa
Considerata una delle più belle d’Europa, la strada del Transfagarasan sale fino a 2000 metri, Questa strada panoramica collega le regioni storiche della Transilvania e della Valacchia e offre paesaggi spettacolari della natura incontaminata. Ha una conformazione che permette a ogni motociclista di godere appieno delle curve, dei tornanti e dei panorami mozzafiato sui Carpazi! . Lungo il percorso faremo una sosta presso il Monastero Curtea de Arges, luogo di sepoltura della famiglia reale, e al Castello di Bran, la fortezza più famosa e visitata della Transilvania

9° giorno, domenica 7 agosto: Brasov – Turda
km 240 circa
Una sosta nell’incantevole cittadina di Sighisoara per una visita del suo prezioso centro storico abbellito dalla Torre dei Sarti e la Torre dell’Orologio, visibile da qualsiasi punto della città. Procediamo quindi verso la destinazione finale della giornata per prepararci alla spettacolare visita che ci attenderà l’indomani

10° giorno, lunedì 8 agosto: Turda – Debrecen
km 250 circa
I depositi di sale in Transilvania si formarono circa 13 milioni e mezzo di anni fa, quando l’area era governata da un clima tropicale. Lo spessore dello strato di sale in zona è di circa 400 metri, ma a Turda raggiunge l’incredibile altezza di 1200 metri. All’interno di questo enorme miniera dismessa ci sposteremo lungo le 4 gallerie principali denominate Iosif, Rudolf, Terezia e Ghizela, utilizzando i percorsi originali. Tra stalattiti, stalagmiti e meraviglie naturali, è possibile ammirare anche una serie di macchine medievali per l’estrazione del sale, e uno splendido altare scolpito in un muro di sale. Ci rimettiamo in marcia entrando finalmente in Ungheria e raggiungendo Debrecen, uno dei centri culturali più importanti della nazione

11° giorno, martedì 9 agosto: Debrecen – Tokaj – Budapest
km 330 circa
Siamo nella zona del celebre Tokaj: il panorama cambia notevolmente, con centinaia di ettari coltivati a vite. Qui, cantine secolari scavate nel tufo custodiscono un prezioso nettare conosciuto da millenni e considerato il “vinumm regum rex vinorum”, ovvero vino dei re e re dei vini. Arriviamo a Budapest, la bellissima capitale divisa in due dal Danubio

12° giorno, mercoledì 10 agosto: Budapest (visita)
Descrivere la Perla del Danubio non è semplice. Il suo immenso patrimonio culturale le ha fatto guadagnare il soprannome di Parigi dell’Est, che le calza a pennello, anche per l’atmosfera fin de siècle che si respira lungo i suoi ampi viali costeggiati da parchi lussureggianti. Buda, con il cuore storico costituito dal quartiere del Palazzo Reale, Patrimonio Mondiale dell’Unesco, veglia su Pest che giace ai suoi piedi ed è più moderna e trafficata, affollata di negozi, hotel e ristoranti. In mezzo scorre il Danubio…

13° giorno, giovedì 11 agosto: Budapest – Varazdin
Km 310 circa
Proseguiamo il nostro tragitto percorrendo ancora un tratto della grande pianura ungherese, la Puszta, arrivando nella bellissima zona del Lago Balaton, circondato da verdi colline e paesi ricchi di storia e tradizioni. Continuiamo fino a Keszthely per una sosta presso il sontuoso e barocco Palazzo Festetics e quindi proseguiamo in direzione di Varaždin, l’antica capitale croata. Ammireremo il suo stile barocco e potremo visitare alcuni dei suoi monumenti più belli, come il Castello all’interno delle cui mura è racchiusa la Città Vecchia

14° giorno, venerdì 12 agosto: Varazdin – Plitvice Lakes
km 270 circa
Partenza verso la regione dello Zagorje che ha dato i natali a diversi personaggi illustri, primo tra tutti il maresciallo Tito, nato a Kumrovec con il nome di Josip Broz. Annidato nella valle del Sutla nei pressi del confine con la Slovenia, questo grazioso centro abitato è stato trasformato in un museo etnografico a cielo aperto. Il Museo Staro Selo riproduce un villaggio del XIX secolo, composto da una quarantina di case e di fienili costruiti in legno e terra battuta. Proseguimento per Plitvice, annoverato dall’Unesco tra i beni del Patrimonio naturale mondiale. Nella valle, situata fra alte montagne, si susseguono 16 bellissimi laghi collegati tra loro da ben 92 spettacolari cascate, alcune delle quali veramente imponenti

15° giorno, sabato 13 agosto: Plitvice Lakes (visita) – Otocec
km 150 circa
Intera mattinata dedicata alla visita del Parco di Plitvice, unico nel suo genere. Il percorso si snoda attraverso sentieri e ponticelli, tra splendidi paesaggi che rendono l’escursione indimenticabile. Proseguiamo il percorso caratterizzato dalla dolcezza del paesaggio ricco di pianure e boschi, in cui si alternano vigneti, fiumi e torrenti, mentre i villaggi scorrono ognuno con la sua storia. Arriviamo in Slovenia a Otocec con il suo magnifico castello ora trasformato in un hotel esclusivo

16° giorno, domenica 14 agosto: Otocec – Bled –Pordenone
km 350 circa
Partiamo per un percorso che ci vede circondati dalle bellezze del Parco Nazionale di Triglav e che ci porterà fino al lago di Bled. Grazie alla sua spiccata bellezza naturale, all’atmosfera fiabesca e al magnifico lago con l’isola. Proseguiamo verso il confine italiano attraversandolo all’altezza di Cave del Predil per poi continuare attraverso la Carnia lambendo il Lago di Cornino

mancano...

Day(s)

:

Hour(s)

:

Minute(s)

:

Second(s)

Il tour verrà confermato al raggiungimento di 10 driver

Quote

Quote di partecipazione in camera condivisa:

  • Driver moto propria: Euro 3.550
  • Passeggero: Euro 3.500
  • Suppl. singola: Euro 800
R

La quota comprende

  • 14 pernottamenti in hotel con colazione
  • 14 cene
  • Traghetto Ancona Igoumenitsa– cabina e moto inclusa
  • 1 Tour leader apripista in moto
  • 1 accompagnatore in moto
  • 1 accompagnatore su furgone di supporto per trasporto bagagli ed eventuale recupero moto in panne
  • Ingresso al Monastero di Gran Meteora
  • Ingresso e visita guidata nelle cave di sale a Turda
  • Ingresso e visita guidata in una cantina a Tokaj
  • Visita guidata a Budapest
O

La quota non comprende

  • costi di trasferimento fino al punto di ritrovo
  • assicurazione medico/bagaglio e annullamento viaggio facoltativa
  • pranzi
  • le bevande ai pasti
  • eventuali pedaggi stradali
  • spese di parcheggio
  • mance, extra e spese personali
  • tutto ciò non espressamente indicato ne “la quota include”

Termine iscrizioni entro il 15 luglio 2022