PORTOGALLO

…uno stato dell’anima

Da venerdì 24 settembre a lunedi 4 ottobre 2021

IN BREVE

Il Portogallo è una delle nazioni europee più affascinanti da visitare, con un ricco passato marinaro, splendide località balneari, malinconiche città e un paesaggio caratterizzato da oliveti, vigneti e campi di grano. Quattro decenni di dittatura hanno emarginato il paese dai centri del potere europeo e dal progresso della vita moderna per gran parte del XX secolo. I viaggiatori hanno erroneamente interpretato questo sviluppo lento come una pittoresca caratteristica del paese e, anche dopo il crollo della dittatura e il ritorno alla democrazia, il Portogallo ha mantenuto la sua reputazione di meta di secondo piano.

Ma non è così. Un errore imperdonabile del viaggiatore è credere che soltanto i luoghi più remoti siano magici e non si esagera affatto se si dice che il Portogallo è una delle destinazioni più belle al mondo.

Il Portogallo non è un prolungamento della Costa del Sol. Negli ultimi vent’anni ha cercato di superare il proprio isolamento stabilendo nuovi legami con il resto dell’Europa, riorganizzando il proprio sistema economico e cercando di conservare gli aspetti tipici della propria cultura nazionale minacciati da un’improvvisa ondata di influssi stranieri. La lotta tra tradizione e modernità continua, e mentre il Portogallo si avvia a seguire il destino economico dell’Unione Europea, sembra ancora guardare nostalgicamente al proprio passato e al mare.

Questo paese che ha incantato artisti come Antonio Tabucchi e Lord Byron ci sorprenderà per i suoi paesaggi incantevoli, i chilometri di costa a picco sull’oceano, i piccoli paesi dove il tempo sembra essersi fermato e la cucina della tradizione.

Immaginate una terra dai colori caldi, di ceramiche scintillanti sotto il sole, dolce come un morso a una pasta di crema e sfoglia, malinconica come le note di una ballata d’amore

Per il viaggiatore che lo scopre per la prima volta, il Portogallo non è un paese, ma uno stato d’animo.

durata

11 giorni/9 notti

km

2.300 circa

partenza

Lisbona

arrivo

Lisbona

media/giorno

260 km

Escursioni

1 escursione sul Fiume Douro

1 escursione alle Grotte Marine di Benagil

Programma di viaggio

1° giorno, venerdì 24 settembre: Italia – Lisbona

Partenza da Milano con volo di linea e arrivo a Lisbona nel primissimo pomeriggio. Trasferimento in hotel dove ci saranno le nostre moto ad aspettarci e rimanenza della giornata a disposizione per la visita della capitale, una delle più antiche d’Europa. Visiteremo il Convento do Carmo e la vicina Praça do Comèrcio, quindi ci sposteremo al Monumento alle Scoperte e poi, a pochi passi, il Monastero dos Jeronimòs e l’emblema della capitale portoghese; la suggestiva Torre di Belém.

 

2° giorno, sabato 25 settembre: Lisbona – Lagos

km 325 circa 

Si parte! Attraverso il Ponte 25 de Abril, sospeso sul fiume Tago, puntiamo decisamente a Sud attraversando il Parque Natural de Arrabida e quindi avvalendoci di un breve traghetto sbarchiamo sulla Costa de Galè. Da qui seguiamo la meravigliosa costa Atlantica per fare una prima tappa a Odeceixe, idilliaca spiaggia sabbiosa alla foce del Seixe e quindi proseguiamo per la famosa regione dell’Algarve.

Ammireremo a perdita d’occhio il panorama dalla Fortaleza de Sagres prima di commuoverci davanti a quello struggente di Ponta da Piedade.

 

3° giorno, domenica 26 settembre: Lagos – Évora

km 330 circa 

Procediamo lungo la costa meridionale del Portogallo per fermarci quasi subito per un’escursione in barca che ci condurranno a suggestiva visita: le Grotte Marine di Benagil. Continuiamo in direzione Est per una sosta a Tavira, autentica vetrina di architettura tradizionale per poi puntare a nord ed entrare nella regione dell’Alentejo e le sue pianure sterminate. Destinazione di oggi Évora, classificata Patrimonio Mondiale dall’Unesco, senza prima però aver fatto una sosta lungo la strada all’incantevole paesino di Portel.

 

4° giorno, lunedì 27 settembre: Évora – Guarda

km 340 circa 

Quasi rasentiamo il confine spagnolo fino a raggiungere 2 minuscoli villaggi con i relativi castelli, dove la memoria del passato persiste rivelando la tenacia dei loro abitanti. Stiamo parlando di Marvao e Castelo de Vide. Arranchiamo ancora a Nord raggiungendo Monsanto, nell’incantevole campagna del Portogallo centrale, edificato completamente tra enormi rocce granitiche. Destinazione finale di oggi, arroccata su uno dei versanti della Serra do Estrelha, Guarda, la città più alta del Portogallo.

 

5° giorno, martedì 28 settembre: Guarda – Lamego

km 250 circa 

Ci inerpichiamo sulle strade arzigogolate del Parque Natural da Serra da Estrela, il maggior gruppo montuoso e la cima più elevata del Portogallo, per poi dirigerci a Nord fino a intersecare la meravigliosa Valle del Douro. Una sosta nella graziosa Pinhao ci permetterà di osservare la bellezza del fiume da un’imbarcazione, ammirando dall’acqua le sue sponde coltivate a vigneti. Ma le bellezze di oggi non sono ancora finite, la nostra giornata infatti terminerà davanti alla meravigliosa scalinata barocca che si inerpica zigzagando fino all’Igreja de Nossa Senhora dos Remédios a Lamego.

 

6° giorno, mercoledì 29 settembre: Lamego – Porto

km 150 circa 

Lasciamo il Fiume Douro ma lo rivedremo molto volenti nel pomeriggio. Ci dirigiamo a Guimaraes, magnifico esempio di località tradizionale nord portoghese, ricca di carattere e di storia che si riflette sui suoi numerosi edifici storici. Qui infatti nacque il primo Re del Portogallo: Alfonso Henriques. Raggiungiamo Porto subito dopo pranzo avendo così a disposizione per ammirare alcune delle sue bellezze come la sorprendente Libreria Lello, non a caso considerata una delle più belle al mondo, e magari una delle sue famose cantine che gelosamente custodiscono enormi quantità del famoso vino liquoroso.

 

7° giorno, giovedì 30 settembre: Porto – Sao Pedro do Sul

km 330 circa 

Ultimo giorno con la bussola puntata a Nord per una visita alla cittadina di Braga, una delle più antiche del Portogallo, che conserva ancora un carattere antico e ricco di fascino. Proseguiamo immergendoci nel Parco Nazionale di Peneda-Gerês, nell’estremo Nord del Portogallo, fra le regioni dell’Alto Minho e di Trás-os-Montes. Un mondo a parte, dove l’attività umana s’integra armoniosamente con la natura e conserva valori e antiche tradizioni, come si riscontra nei villaggi comunitari di Pitões das Júnias e Tourém.

 

8° giorno, venerdì 1 ottobre: Sao Pedro do Sul – Coimbra

km 170 circa 

In mattinata sosta nell’affascinante Aveiro, conosciuta anche come la Venezia del Portogallo. Adagiata tra il mare e la laguna, attraversata da canali che un tempo venivano solcati dai coloratissimi moliceiros, barche tradizionali dalla forma affusolata originariamente usate per la raccolta delle alghe e del sargasso. Nel primissimo pomeriggio raggiungiamo Coimbra con ancora molto tempo per godere delle sue bellezze. Adagiata sulle rive del fiume Mondego, Coimbra fu la capitale del Portogallo per oltre cent’anni e vanta l’università più antica del Portogallo nonché una delle più antiche d’Europa.

 

9° giorno, sabato 2 ottobre: Coimbra – Obidos 

km 210 circa 

Giornata dedicata agli edifici e all’architettura religiosa del Portogallo. Incominciamo con una delle più belle attrazioni monumentali di tutto il Portogallo, il Convento de Cristo a Tomar, un imponente convento fortificato fortemente legato alla storia dei Templari. Ci spostiamo quindi al Monastero de Batalha, un convento domenicano che risulta essere una degli edifici religiosi più impressionanti del Portogallo, la cui costruzione richiese più di un secolo. Attraversiamo il Parque Natural de Serras de Aire e Candeeiros per giungere all’ultima visita della giornata, il Monastero di Alcobaça. Il monastero è uno dei più suggestivi e uno dei primi monumenti del Portogallo costruiti e appartenenti all’ordine monacale dei cistercensi. La giornata non può che concludersi in un altro capolavoro architettonico, Obidos: affascinante cittadina medievale e il più bell’esempio di città fortificata portoghese.

 

10° giorno, domenica 3 ottobre: Obidos – Lisbona

km 160 circa 

Ultima giornata di moto ma anche questa ricca di emozioni. Raggiungiamo Sintra, un’affascinante località portoghese situata tra le colline della Serra de Sintra, una delle perle del Portogallo. Atmosfera da fiaba, palazzi storici e panorami mozzafiato ci incanteranno. Come lo stupendo Palácio da Pena, uno dei maggiori esempi di revivalismo romantico del XIX secolo, o il Palazzo e i giardini di Monserrate che con i loro ponti, cascate, fontane e giardini ne fanno uno dei luoghi più spettacolari del Portogallo. Ci affacciamo quindi sulle alture di Cabo da Roca per un ultimo sguardo all’Atlantico nel luogo più occidentale dell’Europa continentale. Arrivo nella capitale a metà pomeriggio

 

11° giorno, lunedì 4 ottobre: Lisbona – Italia

Ultima mezza giornata a disposizione per un ultimo saluto alla capitale più occidentale d’Europa e l’unica ad affacciarsi sull’Oceano Atlantico. Trasferimento in aeroporto nel primo pomeriggio per il volo diretto sull’Italia, arrivo a destinazione nel tardo pomeriggio.

mancano solo...

Giorno(s)

:

Ore(s)

:

Minuto(i)

:

Second(s)

Il tour verrà confermato al raggiungimento di 10 driver

Quote

Quote di partecipazione in camera condivisa:

  • Pilota: Euro 2.450
  • Passeggero: Euro 2.350
  • Supp. Singola: Euro 590
  • Trasporto moto A+R (con un minimo di 8 moto): Euro 850
  • Volo aereo A+R (costo da verificare al momento dell’emissione del biglietto): Euro 250
R

La quota comprende

  • Transfer da/per aeroporto Lisbona
  • 10 pernottamenti con colazione (hotel 4/5 stelle) o comunque i migliori disponibili
  • 10 cene
  • Escursione in barca alle Grotte di Benagil
  • Escursione in barca sul Fiume Douro
  • Accompagnatore in moto
  • Accompagnatore in furgone
  • Furgone di supporto per trasporto bagagli ed eventuale moto in avaria
O

La quota non comprende

  • Carburante
  • Pranzi
  • Le bevande ai pasti
  • Biglietti d’ingresso nei luoghi visitati (monasteri, musei, siti archeologici, ecc.)
  • Eventuali spese di parcheggio delle moto
  • Mance e spese personali
  • Tutto quanto non specificato ne “la quota comprende”

Termine iscrizioni entro il 15 settembre 2021