CRETA, UN’ISOLA FUORI DAL TEMPO

26 dicembre – 3 gennaio

IN BREVE

Creta è un’isola fuori dal tempo, in cui è passata la Storia che, intrecciandosi al Mito, ha lasciato tracce e segni indelebili. Creta è anche una tela d’artista che unisce un mare pulito e intenso ad aspre cime di montagna, passando per le valli verdeggianti di ulivi e alberi da frutto, fino ad arrivare alle romantiche città storiche e ai siti archeologici. Vi portiamo sulla più grande isola greca, quinta del Mediterraneo, attraverso un appassionante tour in 7 tappe: dalla spiaggia rosa di Elafonissi allo sfarzoso Palazzo di Cnosso, dalla rigogliosa foresta di palme, alla splendida fortezza veneziana di Rethymno.

Il clima tipicamente mediterraneo è gradevole anche in inverno ma il momento migliore per visitare Creta è certamente la mezza stagione, quando il mare è ancora tiepido, il sole è meno potente, la grandissima varietà dei paesaggi si esprime al meglio e soprattutto le masse di turisti se ne sono andate. Il Meltemi, vento tipico dell’Egeo, che soffia generalmente in estate, in autunno si placa e girarla in lungo e in largo, a cavallo delle nostre moto, che è il modo migliore per viverla al massimo, sarà davvero un’esperienza indimenticabile!

durata

9 giorni/8 notti

km

1.300 circa

partenza

Herakleio

arrivo

Herakleio

min iscritti

8 drivers

max iscritti

20 riders

Programma di viaggio

1 Giorno, 26 dicembre

arrivo ad Herakleio

Arrivo dei partecipanti all’aeroporto internazionale di Herakleio e trasferimento in hotel. Incontro con l’accompagnatore, briefing di benvenuto e spiegazione del programma di viaggio. In funzione dell’orario di arrivo possibilità di visitare il Museo Archeologico.

Creta

2 Giorno, 27 dicembre

Herakleio – Chania (La Canea)

km 240 circa

Si parte! Ci dirigiamo verso Est e la nostra prima tappa sarà Fodele, paese natale del pittore El Greco. La sosta successiva sarà alla Grotta di Melidoni, ricca di stalattiti e stalagmiti, era il rifugio di Talo: mitico gigante di bronzo che sorvegliava le coste cretesi. Altra sosta presso una triste testimonianza è il Monastero di Arkadi che deve la sua fama a un drammatico evento storico che lo ha reso simbolo dell’indipendenza cretese e della ribellione contro i turchi. Proseguiamo il nostro percorso passando dal Lago Kournas per vedere le sue acque limpide cambiare colore in base al momento della giornata e alla temperatura.

Prima di raggiungere la nostra destinazione finale è d’obbligo una sosta presso l’insenatura di Seitan Limania e la Chiesa di San Spiridone che la domina e che insieme formano un quadro idilliaco! A metà pomeriggio arrivo a destinazione a Chania, soprannominata anche “La Venezia d’Oriente” per via dei suoi alti palazzi affacciati sull’acqua!

3 Giorno, 28 dicembre

Chania – Sougia

km 190 circa

La prima tappa di oggi è Maleme dove nella vicina altura, chiamata collina 107, il cimitero di guerra tedesco offre una testimonianza recente della storia dell’isola. Faremo quindi una breve incursione nella Penisola di Rodopou dove il Monastero di Gonia Odigitria offre una deliziosa vista sulla baia sottostante. Arriveremo quindi alla Spiaggia di Balos: acqua calda e bassa, trasparente, sabbia rosa, la Laguna di Balos è un vero paradiso nel cuore del Mediterraneo. Proseguiamo verso Sud su strade arzigogolate fino a raggiungere un’altra chicca religiosa, il Monastero di Chrisoskalitissa.

Un’altra manciata di km e siamo in un autentico paradiso! Elafonissi è una laguna di una bellezza disarmante e, a detta di molti, la spiaggia più bella di Creta. Ci dirigiamo quindi verso la destinazione finale di oggi non prima di aver effettuato però un’altra sosta a Paleochora (in greco Pelekanos) un piccolo villaggio che con l’andare del tempo si è trasformato da antico villaggio di pescatori prima e da ritrovo hippy poi a un popolare centro turistico dei giorni nostri.

4 Giorno, 29 dicembre

Sougia – Agia Roumeli – Sougia

Oggi visiteremo le splendide Gole di Samaria, uno dei canyon più lunghi d’Europa, di ben 16 km. Un trasferimento in barca da Sougia ad Agia Roumeli da dove inizierà un sentiero di circa 3,5 km che ci porterà fino a raggiungere le Porte di Ferro, il tratto più stretto e profondo dell’intera gola. Sempre a piedi, faremo ritorno ad Agia Roumeli, dove, alla foce dell’omonimo fiume si possono vedere le rovine del tempio di Apollo Tarraeus. Sempre con una barca rientreremo a Sougia a metà pomeriggio.

5 Giorno, 30 dicembre

Sougia – Rethymno (Retimo)

km 250 circa

Oggi una tappa tutta da guidare ma con un paio di eccezionali soste lungo il percorso, le Gole di Imbros saranno la prima attrattiva. Le suggestive gole che osserveremo dall’alto sono lunghe 8 chilometri ma praticabili solamente durante i mesi estivi a causa della piena dei torrenti. Faremo sosta anche a Frangokastello dove coniugheremo la bellezza dei paesaggi naturali alle rovine della fortezza veneziana.

Arrivo nel tardo pomeriggio a Rethymno, dove visiteremo il centro cittadino che gira intorno alla Fontana Raimondi, a poca distanza dalla quale c’è la bella Loggia Veneziana, e, soprattutto, il porticciolo veneziano pieno di bar e ristoranti con i pescherecci ancorati alle banchine.

6 Giorno, 31 dicembre

Rethymno – Ierapetra

km 200 circa

Poco dopo la partenza imbocchiamo la verde Valle di Amari dove si ammirano fantastici paesaggi, proseguiamo quindi la nostra discesa verso il mare fino a raggiungere un complesso archeologico vastissimo composto da Agia Triada e il Palazzo Minoico di Festo costruito su un altopiano che domina la Pianura di Messara. Non volendo farci mancare nulla e se la voglia di visitare rovine non è stata sinora saziata, potremmo effettuare una sosta al Sito Archeologico di Gortyna. Arriveremo a metà pomeriggio nella città più a sud d’Europa, Ierapetra, sul Mar Libico e che si specchia sull’Isola di Chrissi.

7 Giorno, 1 gennaio

Ierapetra – Agio Nikolaos (San Nicolò)

km 220 circa

Tenendo sempre il mare a destra disegniamo il perimetro dell’isola fino a giungere al Palazzo Minoico e spiaggia di Zakros, minuscola località dalla placida atmosfera ideale per una sosta a metà mattinata. Ripreso il cammino puntiamo a Nord fino a raggiungere Vai per ammirare, alle spalle dell’acqua smeraldina e della calda sabbia dorata, il più grande palmeto naturale d’Europa di Phoneix Theoprastii. Diamo il giro di volta alla penisola passando dal Monastero di Toplou, uno dei più ricchi dell’isola e famoso in tutta la Grecia per gli ottimi prodotti che produce.

Sulla strada di rientro una sosta interessante potrebbe essere data da Stia, molto bello il Castello di Kazarma che svetta su una collina vicino al porto e affascinanti le rovine del monastero veneziano da visitare nella Città Vecchia. Arriveremo a metà pomeriggio ad Agios Nikolaos dove spicca la fortezza veneziana sullo splendido Golfo di Mirabello.

8 Giorno, 2 gennaio

Agio Nikolaos – Herakleio

km 150 circa

Ultima tappa di questo meraviglioso viaggio e forse la più corta di tutte ma non per questo priva di attrazioni. Anzi! Ci inerpichiamo subito sulla sommità del monte che ospita l’antica città di Lato per contemplare le spettacolari vedute del mare e quindi ridiscendiamo verso Neapoli per assaggiare il latte di mandorle prodotto in questa zona. Dicono sia il migliore di tutta l’isola se non della Grecia intera! Ma tenetevi forte che uno dei pezzi forti della giornata arriva ora: Psychro la grotta dove secondo la mitologia nacque Zeus.

Ripartiremo attraversando l’Altipiano di Lassithi, punteggiato dai suoi mulini a vento fino a raggiungere Myrtia paese natale di Nikos Kazantzakis, scrittore cretese autore di Zorba il Greco. Una visita al piccolo e delizioso museo a lui dedicato non ci impegnerà per più di mezz’ora. Proseguiamo quindi verso la nostra destinazione finale ma non si può lasciare Creta senza aver visitato i luoghi del mito. Il leggendario Palazzo di Cnosso, quello del celebre labirinto del Minotauro, personaggio mitologico metà uomo e metà toro che fu ucciso da Teseo con l’aiuto di Arianna. La conclusione di questa avventura, se non l’arrivo a destinazione, sarà verso metà/fine pomeriggio anche se il vero epilogo della giornata sarà la pantagruelica cena di fine viaggio!

9 Giorno, 3 gennaio

Herakleio partenza

Commiato dai partecipanti e trasferimento in aeroporto.

mancano solo...

Day(s)

:

Hour(s)

:

Minute(s)

:

Second(s)

Il tour verrà confermato al raggiungimento di 8 driver

Quote

  • QUOTA DRIVER in camera doppia € 1.950,00
  • QUOTA PASSEGGERO € 1.750,00
  • SUPPLEMENTO SINGOLA € 550,00
  • TRASPORTO MOTO A/R € 850,00 (minimo 8 moto)
  • VOLO AEREO a partire da € 100,00  (da verificare al momento dell’emissione del biglietto)
R

La quota comprende

  • 8 pernottamenti con colazione nelle strutture menzionate nel programma (hotel 4/5 stelle)
  • 8 cene
  • Escursione in barca alle Gole di Samaria
  • 1 Tour Leader in moto
  • 1 Accompagnatore in furgone
  • furgone di supporto per trasporto bagagli ed eventuale moto in avaria
O

La quota non comprende

  • Transfer da/per aeroporto

  • Carburante

  • Pranzi

  • Le bevande ai pasti

  • Biglietti d’ingresso nei luoghi visitati (monasteri, musei, siti archeologici, ecc.)

  • Eventuali spese di parcheggio delle moto

  • Mance e spese personali

  • Tutto quanto non specificato ne “la quota comprende”

Iscrizioni entro il 30 novembre 2020

Acconto di € 500,00 a persona da versare contestualmente all’iscrizione al viaggio

L’acconto verrà rimborsato nel caso in cui non si raggiunga il numero minimo di partecipanti richiesto

Penali di cancellazione come da contratto di viaggio